I vincitori del concorso 4GiorniCorti+2 edizione 2022

  • Stampa

PRIMO CLASSIFICATO

LA MIA BIANCA TESTA della troupe SenzArti, regia di Simone Frabetti ed Elisa Gatti (genere Thriller) con la seguente motivazione:

Forte di un taglio originale e poco consueto, realizzato con lucidità di regia, La mia bianca testa si distingue per la cura dei dettagli ed un ritmo narrativo calzante, chiaro e deciso. Riesce a raccontare una storia forte in modo efficace, grazie a una sceneggiatura solida, creando un immaginario interessante con un uso degli elementi sapiente e mai banale, corroborato da una recitazione fisica e ben nella parte. In pochi minuti affronta la complessità della violazione della vita umana e il tentativo di controllare l’autoinganno ordito dalla ragione per allontanare il ricordo doloroso. Emoziona senza suscitare pietismo o commiserazione.

 

SECONDO CLASSIFICATO

L’IDEA della troupe MenteFredda (genere Commedia) regia di Miriam Previati e Viviana Battista con la seguente motivazione:

Elogio della procrastinazione, autonomia dei processi creativi, sempre troppo poco malleabili e inclini a piegarsi al volere del creatore. Il racconto è chiaro, divertente, ben diretto e tutto funziona: il titolo, la location, la recitazione, la fotografia, l’utilizzo degli oggetti e della frase imposti dal concorso. La semplicità del pretesto narrativo di partenza è la forza del film, la storia viene portata avanti con grande coerenza stilistica.

 

TERZO CLASSIFICATO

BEcoME della troupe Anna Flexa (genere Drammatico) regia di Serena Citernesi e Paolo Imbrenda con la seguente motivazione:

Le imposizioni del concorso sono qui ribaltate in elementi di grande potenza espressiva, rappresentazione di un percorso umano intimo e di grande attualità, molto ben eseguita la rappresentazione degli stati mentali del@ protagonista. Tra forma-storia e performance, il corto esprime lo spirito di un’epoca in cui le istanze identitarie hanno un ruolo centrale nel panorama culturale. Mostra senza dire, come dovrebbe fare un cinema che ha fiducia nella potenza delle immagini e nella creazione del senso attraverso le immagini.

 

MENZIONE SPECIALE assegnata dalla Giuria di Qualità

12 MILIARDI della troupe Jacopo Renzi regia di Angelo Vocale (genere Fantascienza)

Per il potenziale che il film suggerisce. Infiniti desideri e limitate possibilità è la condizione umana secondo Machiavelli. Qui c’è chiarezza del racconto, consapevolezza del mercato, desiderio di misurarsi con i temi che possono affrontare in modo articolato le questioni sollevate dalle modernità e l’eredità delle vecchie generazioni.

 

MENZIONE SPECIALE assegnata dalla Giuria di Qualità

UN GIRO DI FIDUCIA della troupe Macine da Presa regia di Giovanni Bertozzi (genere Commedia)

Per come il personaggio burbero e sospettoso abbandona la sua diffidenza, aprendo al lieto fine con simpatia. Bravi a raccontare con una "storia piccola" che non è mai tardi per imparare a fidarsi, per accettare un insegnamento dalle nuove generazioni, le quali avrebbero tutti i motivi per non porgere l’altra guancia.

 

MENZIONE SPECIALE assegnata dalla Giuria di Qualità

ZOMBIE INSIDE della troupe Mad Eyes Productions (genere Horror) regia di Daniele Mastrotto

Perché nella sua brevità ha assemblato gli elementi horror in maniera efficace senza mai scadere nel grottesco. E’ notevole la maestria nella realizzazione degli effetti, del trucco, della post produzione. La camera è posizionata al posto giusto e il montaggio esalta il materiale audiovisivo. Ora serve una buona storia e il gioco è fatto.

 

PREMIO DEL PUBBLICO “NICOLÒ GIANELLI”:

12 MILIARDI (genere Fantascienza) della troupe Jacopo Renzi regia di Angelo Vocale

 

PREMIO COOP ALLEANZA 3.0 al cortometraggio che ha saputo valorizzare meglio la città di Nonantola:

I VINCITORI DEL NONANTOLA FILM FESTIVAL 2022 (genere Commedia) della troupe Cinedelirium regia di Paolo Franceschini