edizione 2014

I FINALISTI 4 GIORNI CORTI edizione 2014

1. The legendary Django
("Questa volta proprio non lo so" Entertainment - Tancredi Piovesan), drammatico
2. Filami
(Strodel Production - Beatrice Tamagnini), commedia
3. Il minimo indispensabile
(I mega-massuz - Lorenzo Massa), fantascienza
4. La confessione
(Bunker Films - Piernicola Arena), horror
5. Mister tal dei tali
(Pulp70 - Emilio Mori), supereroi
6. Depes mod
(Videodocumenti - Fabio Neri), mocumentario
7. Nel nome della talpa
(CPS - Stefano Valentini), spionaggio
8. Carlino's way
(Fat Call Cool - Fabio Galli), western metropolitano
9. Sock
(John and Ake Production - Alessandro Po), commedia
10. Per la libertà
(Belsoun Film - Giulio Ferrari), drammatico
11. Racconti nostrani
(I partecipanti - Andrea Zoboli), mocumentario
12. Operazione cibo nostrum
(Non sono la pallavolista! - Francesca Piccinini), spionaggio
13. I giusti elementi
(Kaleidoscope Factory - Gianluca Zonta), commedia
14. Rimpianti
(Rat Musqué - Federico Fornara), drammatico
15. Il delirio dell'anima
(RedFox - Francesco Rossi), horror
16. Skydome
(Digital Fly - Stefano Sgarbi), fantascienza
17. Red passion
(Villa Samantha - Rossana Cerchiari), commedia
18. 4 minuti
(Anubis Productions - Francesco Sereni), spionaggio
19. Il mio ultimo festival
(Arancine & Barbylando - Orfeo Orlando), drammatico
20. Captain Nonantola
(Cinedelirium - Stefano Monari), supereroi

I VINCITORI 4 GIORNI CORTI edizione 2014


Primo
classificato – Filami (Strødel Production - Beatrice Tamagnini)

Per la capacità narrativa, l'originalità e l'ironia nell'utilizzo degli elementi obbligatori e la cura dei dettagli scenografici


Secondo classificato - Carlino's way (Fat Call Cool - Fabio Galli)

Per l'originalità della reinterpretazione del genere assegnato in chiave surreale


Terzo
classificato - Operazione cibo nostrum (Non sono la pallavolista! - Francesca Piccinini)
Una brillante spy-story che, allo stesso tempo, richiama la migliore tradizione della commedia all'italiana

Menzioni della giuria

Il delirio dell'anima, per l'uso virtuosistico del piano sequenza
Red Passion, per l'abilità nel trasformare i gatti in attori
Sock, per l'abilità nel trasformare i calzini in attori

Selezionati per la fase successiva di “Vinci l'attore”:
1. Bunker Films per La confessione
2. I mega-massuz per Il minimo indispensabile
3. Strodel production per Filami
4. Questa volta proprio non lo so entertainment per The Legendary Django
5. Anubis Production per 4 minuti

Premio dei finalistiSock (Jon & Åke Film Production - Alessandro Po)

Premio del pubblico (voti espressi 775)

1. Operazione cibo nostrum 102 voti

2. Per la libertà 68 voti

3. Red passion 66 voti

4. Sock 58 voti

5. Racconti nostrani 57 voti

6. Carlino's way 55 voti

7. Depes mod 44 voti

8. Skydome 42 voti

9. Mister Tal dei tali 33 voti

9. Captain Nonantola 33 voti

11. Rimpianti 32 voti

12. Filami 29 voti

12. Il minimo indispensabile 29 voti

14. La confessione 28 voti

15. I giusti elementi 25 voti

16. Il delirio dell'anima 24 voti

17. The legendary Django 21 voti

18. 4 minuti 15 voti

19. Il mio ultimo festival 8 voti

20. Nel nome della talpa 6 voti